Blog di Galatina.
Fai sentire la tua voce!

Se vuoi scrivere news, notizie, eventi, foto, video, contattaci

Il 19 giugno a Galatina riapre il nuovo Museo Cavoti rinnovato ed aperto in orario serale

Ogni anno nel mese di maggio ricorrono due importanti appuntamenti dedicati ai musei, l’International Museum Day, promosso a livello internazionale da ICOM (International Council of Museums), e la Notte dei Musei, patrocinato dal Consiglio d’Europa, dall’Unesco e dall’ICOM, con l’obiettivo di valorizzare il ruolo del museo all’interno della società. In questo contesto, l’Amministrazione Comunale di Galatina coglie l’occasione per presentare alla Città e al territorio, domenica 19 giugno 2016, il risultato degli interventi di riqualificazione, valorizzazione e innovazione del Museo Civico Pietro Cavoti, progettati e diretti dall’architetto Antonella Perrone, finanziati con fondi PO FESR 2007-2013 e con la sponsorizzazione della COLACEM spa, quest’ultima destinata alla ri-funzionalizzazione del Fondo librario antico e di pregio della Biblioteca comunale Pietro Siciliani. L’Assessore alle Politiche Culturali, Daniela Vantaggiato, con soddisfazione evidenzia la visione innovativa dell’offerta culturale degli istituti ospitati nel Palazzo della Cultura, Museo e Biblioteca, considerati un unico e ampio contenitore della Storia della Città, in un’ottica di miglioramento dello standard dei servizi resi alla comunità e all’utenza in generale. Di fatto la realtà del Polo biblio-museale si arricchisce per la parte museale di un nuovo percorso narrativo, nonché del prezioso e raro Fondo antico della biblioteca Siciliani, che, grazie alla sponsorizzazione della COLACEM spa, sarà collocato in una sala museale, allo scopo di sostenerne la conoscenza, la fruizione turistico-culturale, la realizzazione di un’offerta integrata che valorizzi le singole specificità delle collezioni, ma crei anche un’adeguata sinergia tra le possibilità di fruizione, in una logica di condivisione dei patrimoni, dei servizi e degli utenti tra le due istituzioni coinvolte. Il Polo biblio-museale, continua l’Assessore, è il cuore pulsante della cultura della città di Galatina, polo di attrazione e luogo deputato alla frequentazione della cultura in tutte le sue forme, il luogo dove si realizza il circolo virtuoso della valorizzazione: conservare per comunicare, perché solo ciò che è stato conservato può essere comunicato e reso accessibile, comunicare per promuovere, perché è possibile promuovere solo ciò di cui si riesce a comunicare il valore attraverso efficaci supporti alla fruizione e con i servizi educativi, promuovere per far conoscere, ossia utilizzare gli strumenti necessari per azioni di audience development, conoscere per conservare, infatti solo grazie alla conoscenza si può educare ad un rapporto corretto con le testimonianze artistiche del passato e quindi sensibilizzare alla loro tutela. “ Invito, dice il Sindaco Cosimo Montagna, tutta la cittadinanza domenica 19 giugno 2016, al Palazzo della Cultura, che spalancherà le sue porte dalle ore 20 alle ore 24, per vivere i luoghi della cultura in orari inconsueti e per “degustare” i nuovi percorsi narrativi del Museo Cavoti ”.

Il CT GALATINA VINCE MA NON BASTA PER IL PRIMO POSTO, ORA VIA CON I PLAY-OFF

Giornata molto positiva quella vissuta dai tifosi del Ct Galatina. La vittoria in contemporanea sul Reggio Emila per 5 a 1 e di Stefanos Tsitsipas ( giocatore da 4 anni tesserato per il Ct Galatina ) al Trofeo Bonfiglio riempiva di gioia i numerosi soci e non presenti sugli spalti. Il primo posto nel girone sarebbe stato il coronamento di una splendida cavalcata durata 2 mesi ma il Treviglio superando per 5-1 il Ferratella ha relegato la compagine galatinese al secondo posto. Quindi il 29 Maggio sempre a Galatina si disputerà una partita secca contro la Stampa Sporting di Torino come primo turno dei play-off. Ora gli incontri con Reggio Emilia. I primi due giocatori a scendere in campo sono Petros Tsitsipas e Filippo Stasi contro rispettivamente Federico Morgotti e Giovanni Setti. Petros si sbarazzava in meno di un ora del suo avversario con un gioco di attacco fatto di molte discese a rete. Sull’altro campo invece Filippo cominciava la sua solita battaglia domenicale. Riusciva a portarla a casa dopo due tiratissimi set facendo esplodere il numeroso pubblico. Entravano in campo Pierdanio Lo Priore e Tomas Gerini contro Jacopo Marchegiani e Leonardo Baldi. Pierdanio giocava un tennis spettacolare con accelerazioni di diritto ed un servizio difficile da contrastare. Vinceva in due facili set contro un giocatore di classifica superiore (2.2) e fino a quel momento mai sconfitto nei singolari di Serie B. Tutto facile per Tomas che dopo un avvio lento prendeva le misure e superava in due set il suo avversario. Nei doppi la coppia Tsitsipas-Lo Priore superava Medioli-Setti mentre Gerini-Giannini si arrendevano a Marchegiani-Zanasi regalando il punto della bandiera a Reggio Emilia.

PETROS TSITSIPAS-FEDERICO MORGOTTI 6-0 6-3
FILIPPO STASI-GIOVANNI SETTI 7-5 7-6
PIERDANIO LO PRIORE-JACOPO MARCHEGIANI 6-3 6-2
TOMAS GERINI-LEONARDO BALDI 6-2 6-2
LO PRIORE/TSITSIPAS-MEDIOLI/SETTI 6-2 7-5
GERINI/GIANNINI-MARCHEGIANI/ZANASI 1-6 2-6

Domani lavori sulle condotte idriche a Noha

Stavolta speriamo che sia la volta buona. Ricordate il 16 maggio 2016, l’Acquedotto Pugliese aveva dichiarato di svolgere lavori sulla rete idrica di tutto il territorio di Galatina, comprese le frazioni. Ci fu un ordinanza sindacale che sospese l’attività scolastica ed infine saltò tutto con in poche ore il ritiro dell’ordinanza che rimandava i lavori a data da destinarsi. Ora forse ci siamo. Domani in maniera ufficiale, i lavori partono solo per una delle frazioni, Noha, la più popolosa. Ma solo in alcune strade al momento, ecco la nota ufficiale del comune di Galatina, con le strade di Noha impegnate per i lavori ed a secco del prezioso bene del’acqua per quasi tutta la giornata di domani ben nove ore. L’Acquedotto Pugliese, per lavori di inserzione di nuove opere che hanno a che fare con l’acquedotto, sospenderà la fornitura del servizio idrico presso la Frazione di Noha alle Vie Agrigento, Donizetti, D’Annunzio, Nevio, Russo e vie limitrofe nel giorno del 25 maggio 2016 dalle ore 08.00 alle ore 17.00.

A Galatina ” Passione e colori ” mostra collettiva di pittura e scultura

Come sempre a fine anno scolastico si tirano le somme. In questo caso si tratta di una scuola particolare ” L’Università Popolare di Galatina ” che attraverso uno dei corsi più seguiti, quello di pittura su stoffa, vetro e tela curati da Roberta Lisi e le sperimentazioni scultoree di Stefano Garrisi. Tecniche pittoriche diverse, si fondono assieme al labor limae su materiali scultorei tutto questo connoterà questa iniziativa artistica volta ad un pubblico di ogni età. Sono gli stessi allievi che con orgoglio espongono i loro prodotti, frutto di un intero anno di apprendimento. La collettiva d’arte si svolgerà al palazzo della Cultura di piazza Alighieri a Galatina e verrà inaugurata mercoledi 25 maggio 2016 alle ore 18.30 e può essere visitabile fino a lunedi 30 maggio. Il titolo ci racconta cosa troveremo tra le tele e le sculture degli allievi. La passione nell’antichità occidentale, attraverso la letteratura omerica e la filosofia antica, era vista come un sentimento eccessivo ed improvviso, ma non sempre negativo. Essa infatti poteva guidare al gesto eroico. Con l’umanesimo le passioni, come ogni aspetto della naturalità dell’uomo, vengono rivalutate come un’esaltazione della volontà. Non la ragione ma le passioni invece offrono all’uomo certezze come quelle di essere sicuro della sua coscienza personale. Le emozioni che si provano davanti ad un quadro oppure ad una scultura sono stati mentali e fisiologici, che in modo naturale accendono stimoli interni o esterni, naturali o appresi. Nasce così il sentimento, uno stato d’animo che dura più a lungo delle emozioni e che presenta una minore incisività rispetto alle passioni. Per sentimento genericamente si indica ogni forma di affetto, questo il vero sentimento che ci spinge a guardare ed osservare gli allievi di questo corso. Nel titolo si è voluto accostare le passioni con i colori, importanti, direi indispensabili, per riempire le tele e creare la passione attraverso l’emozione che ci trasmette l’opera d’arte. Il colore è la percezione visiva generata dai segnali nervosi che i fotorecettori della retina inviano al cervello decodificando quello che osserviamo. Insomma i nostri allievi del corso ci invitano ad osservare i colori ed emozionarci con loro. Ci chiedono la stessa passione con cui loro stessi hanno creato i manufatti esposti.
Raimondo Rodia

A Nardò spiacevole episodio contro Massimo De Marco candidato sindaco 5 Stelle

Ignobile intimidazione ai danni del candidato sindaco del MoVimento 5 Stelle Massimo De Marco. Nella notte tra sabato e domenica, alcuni vandali hanno danneggiato la litografia presente sulla vettura del candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Massimo De Marco e hanno sputato sui vetri della parte posteriore. Sarebbe potuta andare anche peggio se De Marco non fosse stato insospettito da alcuni rumori provenienti dalla strada e non si fosse affacciato per controllare provocando la fuga dei vandali. “ Fortunatamente i danni sono di poco o nessun conto, ma il gesto e l’intenzione resta ” Ecco il commento di Massimo De Marco – “ Stiamo dando molto fastidio a qualcuno con le nostre idee e le nostre denunce. Nonostante questo atto intimidatorio, vigliacco e becero noi non ci fermeremo; la città ha bisogno di onestà, credibilità e di idee vincenti a favore dei cittadini e non dei soliti noti. È difficile abbattere chi non s arrende mai ”.

I Consiglieri Amante e Pepe dichiarano il fallimento dell’Amministrazione Montagna

Improvvisamente ( ma non troppo! ), in un grigio pomeriggio di maggio, quattro consiglieri comunali di maggioranza appartenenti al Partito Democratico hanno candidamente ufficializzato la gestione fallimentare dell’amministrazione Montagna che “ fedelmente sostengono ” e polverizzato il gruppo consiliare del partito del Sindaco, oggi rappresentato da un solo consigliere. Che botta! La creatività e la fantasia politica di certo non mancano nel Partito Democratico, in particolare a quello locale. Accade allora che consiglieri ancora oggi iscritti al PD, che si riconoscono nel PD, che occupano poltrone espressione PD, dichiarano di non fare più parte del gruppo consiliare del PD! Questa si, che è nuova politica! Dai banchi della minoranza in più occasioni è stata evidenziata l’inconsistenza politica e programmatica dei partiti di governo, bollata sempre come strumentale da chi oggi ammette spontaneamente il disastro della propria azione. Ma dove hanno vissuto finora per non accorgersi dei problemi che incombono sulla città ( megaparco, area mercatale, aree cimiteriali, mancati interventi nelle frazioni )? Preso atto di ciò, siamo in attesa di sapere quando il Sindaco Montagna, il PD ed i suoi alleati, hanno intenzione di porre all’attenzione dei cittadini l’ordinanza del Tribunale di Lecce con la quale è stato imposto al Comune di Galatina il pagamento dell’importo € 1.200.000 circa al Consorzio ATO, somme spettanti allo stesso per gli anni 2007, 2008 e 2009. Periodo, è bene ricordarlo, in cui lo stesso PD guidava l’amministrazione con gran parte di chi oggi siede e governa a Palazzo Orsini, compresi gli ex Presidenti della Centro Salento Ambiente all’epoca dei fatti ossia Antonio De Matteis ( attuale segretario del PD di Galatina ) e Mario Mele (ex segretario del PD di Galatina). Sandra Antonica, che in qualità di Sindaco in quegli anni nominò i predetti a capo della Centro Salento Ambiente, e che adesso ricopre il ruolo di vicesegretario regionale del PD, rimarrà inerte e silenziosa come per la vicenda concernente il declassamento dell’Ospedale per non creare dispiacere ai vertici? La decisione dell’autorità giudiziaria, se confermata, porterebbe quasi certamente al fallimento il nostro Comune: di questo i galatinesi vogliono essere informati e non di spartizioni di poltrone!
I Consiglieri Comunali
Marcello P. Amante
Antonio Pepe

La Fornace bandisce un premio letterario

La Fornace una fucina di gran belle persone, la rivista letteraria indipendente nasce a Galatina nel 2013 con lo scopo di promuovere le opere di poesia, letteratura ed arte di autori del territorio salentino. Nasce anche dal esigenza di un gruppo di amici e presto diventata progetto editoriale, portato avanti con entusiasmo e professionalità dal maestro Luigi Latino, dallo scrittore Paolo Vincenti ( direttore della rivista ), dal gestore della libreria Fabula Pierantonio De Matteis e dalla poetessa Alessandra Corsano. Ed è così che l’iniziativa diventa volontà, quella di raccogliere e divulgare testi poetici, narrativa, racconti brevi, interviste, illustrazioni e recensioni. Un luogo dunque di condivisione in cui ci si mette in gioco, ognuno con il proprio modo di vedere le cose, prendendo le distanze da tutto ciò che è schema fisso e orientamento politico. In questi giorni la rivista culturale “La Fornace”, in collaborazione con l’Ambito Territoriale Sociale di Galatina e l’Istituto Immacolata ASP, bandisce la prima edizione di un concorso letterario rivolto a tutti coloro che condividono l’amore per la scrittura. L’iniziativa vuole da un lato avvicinare i giovani all’arte della scrittura e al piacere della lettura, mentre dall’altro far emergere nuovi autori dando loro un’occasione di visibilità. La scadenza di presentazione delle opere è il 31 Maggio 2016. Inoltre ricordiamo che da ieri 20 maggio fino al 27 maggio sempre ” La Fornace ” organizza una mostra pittorica ad Aradeo contrada Spina dal titolo ” Mediterraneo Anno Zero ” di Luigi Latino. Un iniziativa in collaborazione con il progetto “Ciminella e il Droso – nodi di presenza”. Ecco nelle parole dell’artista Luigi Latino il perchè di questa mostra pittorica da non perdere. ” Questo evento è dedicato a tutti coloro che spinti dalla guerra hanno cercato l’approdo nei paesi “ democratici ”. L’accoglienza riservata a chi è riuscito ad arrivarci, la conoscete tutti. Un pensiero particolare rivolgo a coloro che non ce l’hanno fatta, e che il nostro meraviglioso Mediterraneo custodirà per sempre in quell’immenso cimitero divenuto il suo fondale “.

Renzi, ma non c’è alternativa?

Cari elettori del Pd, vi rendete conto che Renzi è arrivato a Palazzo Chigi senza passare dalle elezioni? Già, ma non c’era alternativa. Ha fatto il Patto del Nazareno con Berlusconi. Già, ma non c’era alternativa. Ed è al governo con Alfano. Già, ma non c’è alternativa. Adesso Berlusconi è all’opposizione ma c’è Verdini, che ha votato le riforme ed è praticamente in maggioranza. Già, ma non c’è alternativa. RICORDATE i governi Berlusconi? I conflitti d’interesse, le leggi ad personam, i condoni e gli scudi fiscali, le inchieste, gli attacchi ai magistrati e all’informazione. Ora abbiamo Boschi e Guidi, i decreti e gli emendamenti ad hoc, l’aumento delle soglie di non punibilità penale per gli evasori e la voluntary disclosure, quasi 100 amministratori locali del Pd indagati, arrestati o condannati nell’ultimo anno, la riforma Rai senza spazi per l’opposizione, ce la si prende con talk e magistrati e si vuole mettere il bavaglio alle intercettazioni e riformare il Csm. Già, ma non c’è alternativa. All’epoca non facevate i girotondi? Già, ma oggi non c’è alternativa. Ed eravate al Circo Massimo con Cofferati, contro l’abolizione dell’art. 18, giusto? Ora l’ha cancellato Renzi. Già, ma non c’era alternativa. Il Pd era il partito di riferimento dei lavoratori, dei precari, dei disoccupati, degli insegnanti e della Cgil, ora Renzi sta con Marchionne, gli imprenditori, le scuole private e contro i sindacati. Già, ma non c’è alternativa. Non si era presentato come il paladino della lotta ai poteri forti? Cosa c’entrano i banchieri, le lobby petrolifere, i finanzieri alla Davide Serra? Niente, ma non c’è alternativa. Diceva di essere anche contro il nepotismo: e i favori a padri, amici, fidanzati? Già, ma non c’è alternativa.

RICORDATE le Feste dell’Unità con Guccini e gli gnocchi fritti? Ora c’è la Leopolda con Jovanotti e i menu di Eataly. Già, ma non c’è alternativa. E l’Unità di Gramsci? Oggi vi tocca Rondolino.

E Berlinguer, la questione morale, la superiorità etica della sinistra, che fine hanno fatto? Già, ma non c’è alternativa. Renzi aveva promesso la rottamazione, ma poi ha candidato De Luca. Già, ma non c’era alternativa. Ora candida anche chi pagava gli elettori per votare alle primarie. Già, ma non c’è alternativa. Per qualcuno erano farlocche anche le primarie che l’hanno eletto segretario. Cuperlo disse “Probabile”. Già, ma non c’era alternativa. La minoranza Pd fa sempre così: protesta ma poi accetta tutto. A ‘sto punto potrebbe fare anche a meno di protestare, no? Già, tanto non c’è alternativa.

NEL PROGRAMMA per le primarie 2012 Renzi scriveva “Aboliamo tutti i vitalizi”, e sosteneva le preferenze perché: “I deputati devono essere scelti tutti direttamente, nessuno escluso, dai cittadini”. I vitalizi sono ancora lì e nell’Italicum ci sono i capilista bloccati. Già, ma non c’è alternativa. Cinquantasei costituzionalisti e l’Associazione Nazionale Partigiani bocciano la riforma del Senato. Già, ma è meglio di niente. Come meglio di niente? Se è brutta, meglio niente. Già, ma non c’è alternativa. Avete paura che Renzi vada a casa? Già, non c’è alternativa. Ok, getto la spugna. Con voi non c’è alternativa. Un cordiale saluto.
D’Elia Peppe

A Calimera un concerto per la legalità con l’esposizione della macchina che saltò in aria a Capaci

A Calimera una rassegna culturale e sociale su legalità e giustizia sociale si svolgerà dal 22 al 29 maggio 2016, tantissime iniziative inserite in due grandi eventi: “ Sulla scorta degli uomini coraggiosi ” (22-26 maggio) in memoria della strage di Capaci e la XVI edizione del “ Festival dei Piccoli Lettori – La Lettura ti fa grande ” (26-28 maggio). Si chiama Fatti Umani la Rassegna culturale con finalità sociale in programma a Calimera dal 22 al 29 maggio prossimi, organizzata dal Comune di Calimera, dalla Regione Puglia e dall’Associazione Nomeni per Antonio Montinaro, con il sostegno e la collaborazione di numerosi istituzioni e associazioni nazionali e locali. Un’intera settimana dedicata ai temi della legalità, della democrazia e dei diritti civili con mostre, presentazioni di libri, incontri, testimonianze e interventi musicali. All’interno della rassegna due grossi eventi: la tre giorni dedicata alla legalità e all’impegno civile “ Sulla scorta degli uomini coraggiosi ” dal 22 al 26 maggio e l’annuale appuntamento con il “Festival dei piccoli lettori La lettura ti fa grande”. Quest’anno, infatti, le consuete iniziative del mese della legalità e del ricordo del 23 maggio, avranno come centro propulsore l’arrivo e lo stazionamento della teca contenente i resti della Fiat Croma della squadra Quarto Savona Quindici che scortava il giudice Giovanni Falcone e Francesca Morvillo il 23 maggio 1992. Attorno alla teca contenente i resti dell’auto, si svilupperanno una serie di iniziative: dalla fiaccolata per le vie del paese con la partecipazione di sindaci e tante autorità civili e religiose, fase conclusiva della staffetta che parte da Porto Selvaggio, luogo simbolo di Renata Fonte; al grande concerto per la legalità in programma la sera di lunedì 23 maggio con ospiti di spicco tra cui Pif, Gaetano Curreri degli Stadio già confermati, oltre a numerosi artisti locali; al conferimento della cittadinanza onoraria a don Luigi Ciotti e l’adesione del Comune di Calimera ad Avviso Pubblico, l’associazione dei Comuni italiani contro tutte le mafie e numerosissime altre attività che nel corso della settimana faranno di Calimera il teatro del fermento civico attorno al tema della giustizia sociale. Ecco i protagonisti del concerto per la legalità di Calimera.

CONCERTO PER LA LEGALITÀ
lunedì 23 maggio 2016 start ore 21:00
Piazza del Sole – Calimera

Nabil Bey (Radiodervish)
Gaetano Curreri (Stadio)
Pif
Ippolito Chiarello
Ninfa Giannuzzi
Antonio Castrignanó
Marco Poeta
Roberto Licci
Samuele Tommasi
Stefano Rielli
Luigi Marra
La Rocha

INGRESSO GRATUITO

Da sabato controlli più serrati sui materiali differenziati dall’utenza a Galatina, con probabili multe ai cittadini indisciplinati

Il Comune di Galatina e Monteco riavvieranno da sabato prossimo su tutto il territorio comunale un sistema di controllo puntuale su tutte le utenze domestiche per verificare l’esatto conferimento dei rifiuti differenziati e differenziabili. Una squadra ambientale formata da due vigili urbani e due operatori Monteco, tra cui l’Ispettore Ambientale, ogni sabato, stanerà tutti quei cittadini che con colpevole pigrizia conferiranno rifiuti altrimenti differenziabili quali carta, plastica, vetro e metallo, multando tutti coloro che si rifiutano di differenziare. Questa operazione è stata preceduta da una capillare distribuzione in ogni utenza di un foglietto illustrativo, che aggiungendosi agli innumerevoli incontri già tenuti in città, spieghi ulteriormente la necessità e le modalità di una corretta differenziazione dei rifiuti, chiarendo, inoltre, che i materiali differenziabili , anche se sporchi, purchè privi di grossi residui di cibo, devono essere conferiti il giorno previsto per il loro ritiro e non essere, invece, smaltiti con il rifiuto indifferenziato. Purtroppo, nell’ultimo anno, pur avendo perfezionato il sistema di raccolta, che è ad oggi il più puntuale in Provincia di Lecce, prevedendo per ogni frazione di rifiuto la raccolta mono-materiale, cresce la pessima abitudine di mischiare nel rifiuto del sabato più materiali differenziabili, con la conseguenza di un notevole aggravio di costi del sistema, poiché conferiamo in discarica una maggiore quantità di rifiuto con costi altissimi, invece di aumentare la quantità di differenziata che ci porterebbe ad incassare i contributi relativi dai Consorzi della carta, della plastica, del vetro e del metallo, riducendo il costo complessivo della tariffa. Aumentare il livello di differenziata è un obbligo ambientale, per ridurre il ricorso alle discariche ed agli inceneritori, ed è l’unica soluzione per abbattere i costi sempre crescenti di smaltimento presso le discariche.
Pertanto, da sabato ritorneranno i controlli puntuali e pene severe per chi non rispetta le modalità di conferimento, provocando un danno ambientale ed economico ai tanti cittadini laboriosi che con grande senso civico rispettano le regole virtuose della raccolta differenziata.
Il vicesindaco ed assessore all’Ambiente
Roberta Forte


Il Primo Circolo Didattico Plesso Casamale di Somma Vesuviana presenta il progetto "Cunti e terre d'Italia"

Somma Vesuviana. Il Primo Circolo Didattico R. Arfè - Plesso Casamale - con gli alunni delle classi 5^ A e 5^..

Somma Vesuviana

Il 19 giugno a Galatina riapre il nuovo Museo Cavoti rinnovato ed aperto in orario serale

Ogni anno nel mese di maggio ricorrono due importanti appuntamenti dedicati ai musei, l’International Museum Day, promosso a livello internazionale da..

Galatina

ELEZIONI COMUNE ADRIA 2016 OMAR BARBIERATO PARLA DI UNIVERSITA'

ELEZIONI COMUNE ADRIA 2016 OMAR BARBIERATO PARLA DI UNIVERSITA' LISTA CIVICA IMPEGNO PER IL BENE COMUNE E LISTA CIVICA SIAMO ADRIA [youtube tI2LmemaLdM] ..

Adria

Fondi Ue, Petracca: “In Irpinia 180 milioni di euro per circa 320 interventi”

Fondi Ue, Petracca: “In Irpinia 180 milioni di euro per circa 320 interventi” da irpinia news Con la delibera di giunta regionale che sblocca le risorse per gli interventi non completati..

Flumeri

Badia Pavese!! Programma Amministrativo Lista "IDENTITA' PAVESE BADIA"

Programma Amministrativo "IDENTITA' PAVESE BADIA" A)URBANISTICA - DECORO URBANO 1) Completamento passaggi pedonali con l'ampliamento rispetto all'esistente in più zone Residenziali. 2) Posa limitatori di velocità sia nel Capoluogo che anche nelle Frazioni..

Pieve Porto Morone

Prossimi eventi in città

Locali di Galatina